CASTELLAMMARE, IL TAR NEGA IL LIBERO ACCESSO AL MARE ALLA TONNARA

L’accesso al mare ai Faraglioni di Scopello dall’ex Tonnara è privato. Di conseguenza, chi intende utilizzarlo dovrà pagare il ticket. Il Comune di Castellammare del Golfo ha perso la “sfida” con la società “Comunione Tonnara di Scopello&Guzzo”. Il Tar di Palermo ha bocciato l’ordinanza che liberava l’accesso al mare. Prima, l’anno scorso, lo stesso Tar l’aveva sospesa, ora, con la sentenza le ha dato il “c9lpo di grazia”. Non è privato soltanto il complesso monumentale e turistico della Tonnara ma anche l’accesso al mare. Il sindaco Nicola Coppola non ha potuto far altro che prenderne atto: “Quella portata avanti per il libero accesso al mare non è una battaglia, ma una presa di posizione che abbiamo voluto affermare in maniera civile e democratica, accogliendo le istanze della cittadinana e del consiglio comunale. Non riteniamo di essere nè sconfitti, nè vincitori. Adesso occorre approfondire la sentenza e prendere posizione”. Per il primo cittadino la questione rimane aperta: “La decisione sarà della città di Castellammare e qualunque essa sia sarà portata avanti da quest’amministrazione e dal consiglio comunale. Vorrei sottolineare però che la posizione assunta non ha mai riguardato la proprietà del complesso monumentale della Tonnara, che rimane chiaramente privata, ma la libera fruizione del mare antistante i faraglioni di Scopello”.

 

 

 

Commenti

commenti