• Home »
  • Sport »
  • TORNEO DI MONTECATINI, UN’ALTRA SCONFITTA PER LA LIGHTHOUSE TRAPANI. VINCE BOLOGNA

TORNEO DI MONTECATINI, UN’ALTRA SCONFITTA PER LA LIGHTHOUSE TRAPANI. VINCE BOLOGNA

Perde ancora la Lighthouse Trapani. Vince Bologna per 80-75 e si piazza al terzo posto del torneo di Montecatini. La squadra di coach Ducarello si complica la vita e tra la fine del terzo quarto e nell’ultima frazione di gioco consente alla Virtus di far sua la gara. Il primo quarto di gioco si è chiuso 22-25 per Bologna, secondo quarto per i granata con 18-16, terzo quarto nuovamente sotto, 15-22. L’ultimo quarto di gara va al Trapani per 20 a 17 ma il tentativo di rimonta è vanificato dal black out, con un parziale di 23-0 che ha condizionato il risultato dei granata. Gara vivace, con le due squadre  che non si sono risparmiate e che hanno provato spesso il tiro da tre. A canestro per la Lighthouse Mays (17), Renzi (17), Filloy (7), Scott (19), Viglianisi (5), Simic (2) e Tommasini (8). In gara anche Costadura, Tavernelli, Cusenza, Ondo Mengue. Niente gara per Ganeto. Virtus Bologna con Spissu sugli scudi, 21 punti, a distanza, Penna 13 punti e Lawson, 16 punti. Sono i tre a doppia cifra che hanno fatto la differenza. Il commento sulla gara dei granata è dell’assistant coach Matteo Jemoli: “E’ stata una partita molto dura. Abbiamo giocato per 25 minuti alla pari con Bologna poi, complice anche la nostra non ottimale condizione fisica, abbiamo subito un brutto parziale che ha chiuso la partita. Sono comunque contento della reazione avuta dalla squadra nel finale poiché, nonostante il divario, ha lottato su tutti i palloni provando a riaprire l’incontro. Dobbiamo ripartire da questo atteggiamento per arrivare pronti al 2 di ottobre quando ogni partita varrà due punti”. Soddisfatto – promuove la sua squadra a pieni voti – coach Alessandro Ramagli: “Sono molto soddisfatto. I ragazzi hanno risposto alla chiamata nel migliore dei modi. Spissu e Penna ci hanno dato vivacità in un momento in cui la partita andava avanti punto a punto, permettendoci di mettere una distanza di sicurezza tra noi e Trapani. In quel momento anche l’acume tattico di Rosselli, la lucidità di Oxilia e la presenza fisica di Michelori sono state fondamentali. Andiamo avanti, seguendo la nostra rotta, e mercoledì cercheremo di fare la nostra parte al Memorial Porelli”. Il trofeo “Gianluca Cardelli” è andato alla Tezenis Verona che ha battuto Siena, squadra che aveva sconfitto i granata, mentre i veronesi avevano regolato Bologna. Verona ha vinto di misura 75 a 74 in una gara punto a punto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti