SALEMI, ACCORDO CON L’UNIVERSITA’ PER IL RILANCIO DEL CENTRO STORICO

Il Comune di Salemi mette i soldi, cercandoli anche altrove e non soltanto nelle sue casse, la documentazione e le risorse tecniche. L’Università di Palermo, dipartimento Architettura, dà il suo contributo con le sue risorse umane, l’attività di ricerca, le competenze tecniche, la didattica ed i corsi di specializzazione. E’ il nuovo “patto” per il centro storico del Comune belicino. Il sindaco Domenico Venuti punta ad “un recupero <<intelligente>> e sostenibile del centro storico, fatto con una pianificazione territoriale che guarderà soprattutto all’innovazione. Il Comune di Salemi gioca la carta della modernità per far tornare a risplendere il proprio centro storico”. Il progetto ha un filo rosso che lo lega all’ingresso di Salemi nel club dei <<Borghi più Belli d’Italia>>.Le parole d’ordine sono rigenerazione urbana ed innovazione sociale. Sul protocollo d’intesa c’è la firma del primo cittadino e del direttore del dipartimento Urbanistica Andrea Sciascia. L’iniziativa rientra nello “Smart Planning Lab” che altro non è che un laboratorio di ricerca applicata in pianificazione avanzata per la città intelligente. L’Università, alla firma del protocollo d’intesa c’era anche il professore Maurizio Carta, docente di Urbanistica e direttore di “Smart” dovrà individuare programmi e bandi che possono finanziare i progetti e gli interventi in collaborazione con il Comune. Collaborazione che si estenderà anche alla redazione e formalizzazione delle candidature al finanziamento. Per il sindaco Venuti si tratta di “una grande opportunità per il recupero del nostro centro storico e la valorizzazione dell’intero territorio comunale. E’ un ottimo inizio che ci fa ben sperare, adesso bisogna metterci tutti al lavoro”.

Commenti

commenti