MARSALA, SOSPESO DALL’ASP L’INFERMIERE ACCUSATO DI ABUSI SESSUALI

L’Azienda sanitaria provinciale ha sospeso l’infermiere, in servizio all’Ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala arrestato con l’accusa di abusi sessuali su pazienti in uno studio medico privato. Sospensione pesante, non soltanto per tutta la durata di ogni misura cautelare restrittiva”. Ma anche “considerata la gravità dei fatti emersi, lo stesso non potrà fare rientro in servizio senza la preventiva autorizzazione da parte dell’amministrazione, riservandosi l’ASP di mantenere in via cautelare la sospensione”. L’infermiere potrà contare solo sul 50% della retribuzione. Il provvedimento della direzione strategica aziendale è immediatamente esecutivo.

 

Commenti

commenti