• Home »
  • Politica »
  • EX PROVINCIA, HOTEL MIRYAM DI PANTELLERIA, EX ARCHIVIO DI STATO DI TRAPANI ED ALTRI 4 BENI IN VENDITA

EX PROVINCIA, HOTEL MIRYAM DI PANTELLERIA, EX ARCHIVIO DI STATO DI TRAPANI ED ALTRI 4 BENI IN VENDITA

Il Libero Consorzio Comunale di Trapani (ex Provincia regionale) vende. Mette all’asta 6 immobili di sua proprietà. La gara si terrà il prossimo 14 dicembre. Cosa va sul mercato a disposizione dell’asta pubblica? L’Hotel Miryam di Pantelleria, il punto di ristoro “Pensione dei Fenici” di Levanzo, La sede dell’ex Archivio di Stato, l’ex caserma dei carabinieri di San Vito Lo Capo, Lido Burrone di Favignana e l’ex feudo Casalmonaco di Trapani. Tutto in vendita per fare cassa e far quadrare il bilancio di previsione 2015 approvato dal commissario straordinario Giuseppe Amato.

Hotel Miryam di Pantelleria: Il commissario Amato vuole arrivare dove non sono riusciti gli ultimi presidenti della Provincia di Trapani. I tentativi di vendere l’albergo sono stati finora vani. L’intero complesso – c’è anche la dependance Bue Marino – si estende su una superficie di 2.370 metri quadrati. E’ stato realizzato negli anni ’70 ed è stato acquisito dalla Provincia nel 1986.

Punto di ristoro, Pensione dei Fenici di Levanzo: la superficie del complesso edilizio è di 2.350 metri quadrati. E’ stato realizzato negli anni ’80 ed è finito nel patrimonio della Provincia nel 1990. Anche in questo caso il mercato ha detto no all’alienazione di questo bene. Le gare espletate non hanno portato alla vendita della struttura turistica. Neanche i ribassi nel prezzo a base d’asta sono riusciti a creare interesse sull’immobile.

Ex Archivio di Stato: si trova in pieno centro storico di Trapani, a due passi da Palazzo Lucatelli. Ha una superficie di 650 metri quadrati. Durante l’amministrazione del presidente della Provincia Giulia Adamo divenne teatro e strumento di lotta politica. Il presidente decise di “sfrattare” l’Archivio di Stato e pur di fronte alle proteste di parte della politica e dello stesso Archivio riuscì a farlo sgombrare. Il progetto dell’Adamo era di trasformarlo in una residenza per studenti universitari.

Ex caserma dei carabinieri di San Vito Lo Capo: l’immobile è sulla centralissima via Savoia, cuore del paese. E’ ad una elevazione. E’ di proprietà della Provincia dal 1927.

Lido Burrone di Favignana: E’ di proprietà della Provincia, ora Libero Consorzio Comunale, dal 1986.

Ex feudo Csalmonaco di Trapani: Il fondo si estene su un’ampia superficie nella località Domingo del Comune di Trapani. E’ di proprietà dell’ex Provincia dal 1965.

Prezzo a base d’asta

Hotel Miryam 2.200.000 euro

Punto di ristoro – Pensione dei Fenici 1.432.000 euro

Ex Archivio di Stato 2.598.000 euro

Ex caserma dei carabinieri 520.600 euro

Lido Burrone 378.000 euro

Ex feudo Casalmonaco 110.000 euro

Il valore dei beni da mettere in vendita è stato definito dall’Agenzia delle Entrate, ex Agenzia del Territorio di Trapani, che ha definito le relative relazioni tecnico-estimative per determinare il valore più probabile degli immobili.

Modalità di gara dell’asta pubblica

Eccetto che per l’Hoterl Miryam di Pantelleria ed il Punto di ristoro-Pensione dei Fenici di Levanzo la gara si terrà con il metodo delle offerte segrete al rialzo rispetto al prezzo a base d’asta. Il prezzo offerto dovrà essere pari o in aumento. Le offerte in aumento dovranno prevedere rialzi di 10.000 euro o sui multipli. L’immobile sarà così aggiudicato a favore del concorrente che avrà presentato l’offerta economica più alta. Se ci sarà una sola offerta il bene sarà aggiudicato purché l’offerta non sia inferiore al prezzo a base d’asta. Questo sistema vale però soltanto per l’ex Archivio di Stato, l’ex caserma dei carabinieri, Lido Burrone e l’ex feudo Casalmonaco. Per l’Hotel Miryam ed il Punto di ristoro di Levanzo si procederà, invece, con il criterio dell’aggiudicazione al ribasso fino ad un massimo del 40% sull’importo posto a base d’asta e con l’aggiudicazione in favore del soggetto che avrà offerto il minor ribasso. I due complessi turistici sono stati messi più volte sul mercato senza alcun risultato. Il commissario straordinario lo scorso 8 aprile ha proceduto a modificare il regolamento per la disciplina del regime di gestione e di alienazione del patrimonio immobiliare. La modifica è la seguente: “Qualora in esito all’esperimento di gara non sia stata presentata nessuna offerta e non risultato offerte pre-gara si accetteranno offerte al ribasso fino al 40% del valore di stima e l’aggiudicazione avverrà in favore del soggetto che avrà offerto il minor ribasso percentuale”. Come dire, siccome non siamo riusciti finora a piazzarli sul mercato e le gare andate a vuoto sono lì a confermarlo, proviamo a rendere i due siti appetibili abbattendo di fatto il loro valore. L’Hotel di Pantelleria potrebbe così essere acquistato per 880.000 euro con il ribasso del 40%. Il Punto di ristoro di Levanzo per 572.800 euro. Se ne saprà di più il prossimo 14 dicembre quando si aprirà la gara e si potranno conoscere le eventuali offerte per acquistare i 6 beni di proprietà dell’ex Provincia.

Commenti

commenti