EMERGENZA RIFIUTI A MAZARA. CRISTALDI: “TRASFERIRE COMPETENZA ALLA SRR”

Cassonetti stracolmi e rifiuti abbandonati per strada. E’ nuovamente emergenza a Mazara del Vallo. “Gli operai che protestano sono impiegati dell’Ato Belice e non del Comune di Mazara del Vallo, che in questi ultimi anni ha sempre fatto e continua a fare in pieno la propria parte”, puntualizza il sindaco Nicola Cristaldi. “Le somme dovute all’Ato Belice sono in gran parte contestate per servizi non resi o resi parzialmente e comunque se anche volessimo pagare le cifre richieste, senza le dovute decurtazioni, non potremmo farlo in quanto risultano al Comune di Mazara del Vallo pignoramenti da parte dell’Autorità Giudiziaria per somme superiori ai debiti maturati”. “Non c’è dubbio – prosegue Cristaldi – che c’è una strumentalizzazione di alcuni soggetti che manovrano la disperazione degli operai, stante che non possiamo credere che questi soggetti non siano a conoscenza delle norme che disciplinano tutta la materia in questione. Non c’è dubbio che l’Ato Belice deve chiudere i battenti. Immediatamente! Stante che anche se si riuscisse a superare l’emergenza di queste ore la situazione si ripeterebbe sistematicamente in quanto la stessa Ato Belice viene continuamente aggredita dai creditori”. Cristaldi chiede di “trasferire immediatamente ogni competenza sulla raccolta dei rifiuti alla Srr, ben sapendo che gli operai e gli impiegati sono garantiti dalla legge, che prevede il passaggio del personale Ato alla Srr. Entrando in funzione le Srr ed accelerando ogni procedura per l’utilizzazione del personale negli Ambiti di raccolta ottimali – sottolinea il sindaco di Mazara – si sblocca il tutto in quanto non sarebbe più consentita l’azione di pignoramento delle somme poiché la Srr supera i problemi che riguardano l’Ato Belice”.




Commenti

commenti