• Home »
  • Politica »
  • TRAPANI, APPRODA IN CONSIGLIO COMUNALE PIANO DI INTERVENTO PER RACCOLTA INDIFFERENZIATA

TRAPANI, APPRODA IN CONSIGLIO COMUNALE PIANO DI INTERVENTO PER RACCOLTA INDIFFERENZIATA

Raccolta differenziata porta a porta in tutto il territorio comunale. E’ quanto prevede il Piano di intervento elaborato dalla Trapani Servizi su mandato dell’Amministrazione Comunale. L’obiettivo dichiarato è di raggiungere la percentuale di raccolta differenziata imposta per legge pari al 65 per cento, che invece a Trapani nel 2014 è stata di appena il 21% circa. A tal fine sono stati previsti, fra gli altri, investimenti relativi al completo rinnovo del parco veicoli, per oltre 4 milioni di euro, ed una massiccia e capillare campagna di informazione e sensibilizzazione. Il piano necessita  dell’approvazione preventiva del Consiglio Comunale. E’ quanto ha stabilito l’Ufficio Legislativo e Legale della Presidenza della Regione chiamato ad esprimere un parere. L’affidamento del servizio di raccolta differenziata è un atto di programmazione finanziaria pluriennale. Infatti, la normativa regionale di settore, prevede che l’affidamento dei servizi di raccolta rifiuti urbani avvenga per periodi di almeno sette anni, e questo per consentire l’entrata a regime dei servizi, favorire il raggiungimento degli obiettivi di percentuale di raccolta differenziata e per ammortizzare gli investimenti necessari.  Dopo l’approvazione del Consiglio comunale e della Regione, si procederà alla stipula del nuovo contratto di servizio sulla raccolta differenziata, tra il Comune di Trapani e la Trapani Servizi Spa, pari a circa 8 milioni e mezzo di euro l’anno. “Sono convinto che il Consiglio Comunale, che si è sempre mostrato sensibile sulla tematica – dice al proposito l’amministratore delegato della Trapani Servizi Mario Carta – saprà dare il suo essenziale contributo affinché si possa attivare al più presto il nuovo servizio di Raccolta Differenziata anche a Trapani”.

Commenti

commenti