FURTO DI CAVI ELETTRICI A GIBELLINA, IN MANETTE GIOVANE DI 24 ANNI

Un giovane di 24 anni, Giovanni Bigica, è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Gibellina con le accuse di furto aggravato e combustione illecita di rifiuti speciali. Il provvedimento è stato disposto dal giudice per le indagini preliminari di Sciacca. Bigica avrebbe asportato, lo scorso 31 marzo, 130 chili di cavi di rame dal sistema di illuminazione del Comune di Gibellina. Il giovane fu sorpreso dai carabinieri mentre stava bruciando i cavi al fine di rimuovere la plastica a copertura del rame. Dopo l’arresto, Bigica è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

Commenti

commenti