MOGLIE SI RIFIUTA DI FARE SESSO, MARITO LA PICCHIA E LA VIOLENTA

Un uomo di 41 anni di Calatafimi è stato condannato, dal giudice per le udienze preliminari di Trapani Antonio Cavasino, a tre anni ed otto mesi di reclusione per violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. Per oltre un anno avrebbe ripetutamente picchiato la moglie per futili motivi ed, in particolare, quando la donna si rifiutava di avere rapporti sessuali con lui. In più occasioni avrebbe costretto la coniuge a subire atti sessuali contro la sua volontà, colpendola con schiaffi e pugni. L’imputato ha chiesto di definire la sua posizione con rito abbreviato ed ha beneficiato della riduzione di un terzo della pena. Dovrà anche risarcire la coniuge.

Commenti

commenti