OMICIDIO ROSTAGNO, SENTITO SCAVUZZO

L ex collaboratore di giustizia ha parlato di traffici di rifiuti tossici tra il nord Italia e la Sicilia

L'ex collaboratore di giustizia Pietro Scavuzzo è stato sentito questa mattina, in videoconferenza, nell'ambito del processo a carico del boss Vincenzo Virga e di Vito Mazzara, chiamati a rispondere dell'omicidio del sociologo torinese Mauro Rostagno, assassinato il 26 settembre del 1988 a Valderice. L'audizione è stata disposta dalla Corte d'Assise al fine di chiarire alcuni aspetti legati alla vicenda. Scavuzzo ha riferito di essere stato incaricato, dal capo della sua famiglia mafiosa, di prendere dei contatti per l'organizzazione di un traffico illecito di rifiuti tossici tra il nord Italia e la Sicilia. L'ex collaboratore non è stato in gradoperò di fornire notizie dettagliate. L'audizione proseguirà il prossimo 20 novembre. La Corte ha incaricato i pubblici ministeri di reperire eventuali verbali d'interrogatori in cui Scavuzzo ha parlato di vicende connesse al traffico. Nel corso della prossima udienza saranno anche sentiti i periti balistici.

Commenti

commenti